SERVIZI - % DI IMPRESE CON FABBISOGNO PER SETTORE DI ATTIVITA'


GLI STRUMENTI

icona valutazione

Valuta le tue conoscenze e orientati al lavoro e alla formazione

Utilizza con pochi clic lo strumento Occupational Profiler e avrai l'opportunità di autovalutare le tue conoscenze e orientarti al lavoro e alla formazione. Con un occhio particolare alla professione di tuo interesse e alle offerte di lavoro attive.
(*)Se usi questo strumento per la prima volta ti consigliamo di leggere prima le istruzioni accedendo al link in alto Note metodologiche



IL LAVORO SU MISURA (*) 

Sei un tipo artistico, intraprendente o convenzionale? Ecco il lavoro su misura per te!Vuoi individuare la professione più adatta alla tua personalità? Seleziona le caratteristiche della tua personalità e scopri i mestieri più adatti a te.
(*)Se usi questo strumento per la prima volta ti consigliamo di leggere prima le istruzioni accedendo al link in alto Note Metodologiche


CERCA IL TUO POSTO NELLA CLASSIFICAZIONE (*)  image geniusjob

Svolgi una professione ma non sai come classificarti? Utilizza il sistema di ricerca semantico Genius Job e trova il posto che fa per te. Bastano pochi minuti, pensa alla tua professione e rispondi alle domande che il sistema ti pone in automatico. Potrai poi continuare a navigare nel sito, alla scoperta di conoscenze, competenze e stili di lavoro che fanno al caso tuo.

(*)Se usi questo strumento per la prima volta ti consigliamo di leggere prima le istruzioni accedendo al link in alto Note metodologiche

Le professioni senza segreti. Conoscenze, skills, attitudini e ancora tante altre informazioni. Tutte le professioni esistenti nel nostro Paese sono ospitate in circa 800 Unità Professionali e ciascuna di queste è descritta alla luce di oltre 300 variabili. Sulla scheda di ogni Unità Professionale, inoltre, è possibile consultare i dati che le imprese dichiarano sui fabbisogni professionali degli occupati. Naviga scegliendo tra le seguenti quattro modalità di ricerca:

RICERCA LIBERA



Ricerca per classificazione

Cerca nella CP2011  



Ricerca per conoscenza

  



Ricerca per competenza

  

sistema informativo sulle professioni

Questo sito fa parte del Sistema informativo integrato sulle professioni promosso congiuntamente da Isfol e Istat e che coinvolge diversi soggetti pubblici e no che, per loro finalità, producono ed erogano informazioni inerenti il lavoro, l'occupazione, le professioni e la formazione.

Industria, servizi, agricoltura. Numeri e tabelle per spiegare se e come muteranno le prospettive del nostro sistema produttivo. Dalle cifre sulle previsioni di assunzione a medio periodo alle informazioni sugli scenari che riguarderanno imprenditori e lavoratori.

Il lavoro nella dimensione locale, dalla Lombardia alla Sicilia, dal Trentino al Lazio. Una mappa regionale ti guida alla scoperta delle opportunità di assunzione che riguardano tutte le professioni per i prossimi anni.



IN EVIDENZA

Comunicazioni Obbligatorie, rapporto 2014

On line il nuovo Rapporto annuale sulle Comunicazioni Obbligatorie. Il testo presenta i dati relativi ai movimenti di rapporti di lavoro (dipendente e parasubordinato) registrati in Italia nel periodo 2011-2013.
Lo scorso anno, rispetto ai dodici mesi precedenti, si è accentuata la decrescita delle nuove contrattualizzazioni (a livello aggregato -6,2%), con particolare riferimento ai settori costruzioni, commercio e riparazioni, alberghi e ristoranti, trasporti, comunicazioni, altri servizi pubblici, sociali e personali e attività finanziarie e altri servizi alle imprese. Per saperne di più: www.lavoro.gov.it

Occupational profiler, un nuovo strumento Isfol

C'è uno strumento in più sulla home page del sito "Professioni, occupazione, fabbisogni".
Si tratta del tool denominato "Occupational profiler", un sistema di autovalutazione che aiuta gli utenti nell'orientamento al lavoro e alla formazione (alla scelta di una professione) e a capire più in dettaglio se ci sono dei potenziali fabbisogni da colmare con riferimento al proprio bagaglio di conoscenze e alla professione che più interessa. Per conoscere tutti i dettagli di utilizzo di questo nuovo strumento consultare la sezione Note metodologiche.

Occupati, un'impresa su tre li vuole aggiornare

In Italia il 33% delle imprese private, poco più di mezzo milione di imprese, hanno dichiarato di avere un fabbisogno in azienda, relativamente alla forza lavoro occupata, da soddisfare nel breve termine, comunque nell'arco dei prossimi mesi.
Il dato deriva dalla prima edizione dell'indagine "Audit sui fabbisogni professionali contingenti" condotta dall'Isfol (gruppo "Professioni"), su incarico del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, con l'obiettivo di raccogliere informazioni di tipo qualitativo sui fabbisogni delle imprese per migliorare le politiche e gli investimenti pubblici per la formazione dei lavoratori.

I dati sull'occupazione a medio termine

L'andamento dell'occupazione da ora al 2016? La novità è a portata di mouse, basta un clic per saperne di più. Il sito "Professioni, occupazione e fabbisogni" racconta le previsioni di assunzione previste per i prossimi anni per aggregati di professioni. On line, infatti, sono disponibili i dati sull'occupazione nel medio termine elaborati da Isfol e Irs.
Numeri e grafici di facile comprensione guidano alla lettura delle variazioni che interesseranno gli stock occupazionali e la domanda totale di lavoro nel prossimo futuro. Per consultare le nuove informazioni è possibile scegliere tra due percorsi. Nella sezione "Professioni", nell'ambito delle pagine dedicate a ogni Unità Professionale, si possono leggere le previsioni di assunzione previste per le classi professionali (terzo livello della classificazione delle professioni), con l'aggiunta di un trend di variazione sintetico per le categorie professionali (quarto livello della classificazione). Nella sezione "Territorio", invece, scegliendo una Regione sulla cartina geografica è possibile analizzare i dati di variazione relativi ai gruppi professionali (secondo livello della classificazione).

Vacancies in Europa

Le professioni che registrano più vacancies in Europa? In testa, registrando le opportunità nei vari Paesi dell'Unione, ci sono gli esperti di prodotti finanziari, i lavoratori impegnati nell'ambito dei servizi di ristorazione, i commessi di negozio, i meccanici e installatori di macchine, di apparecchiature elettriche ed elettroniche.
A sottolinearlo è l'ultimo numero dell'European Job Mobility Bulletin (novembre 2013), la pubblicazione periodica della Commissione Europea per descrivere l'andamento delle vacancies veicolate sul portale Eures (ec.europa.eu/eures) dai servizi pubblici per l'impiego dei diversi Stati membri. Per consultare il bollettino: ec.europa.eu/social (sulla home link Strategia europea per Occupazione, quindi Nuove competenze per nuovi lavori e infine Monitoraggio dei posti di lavoro disponibili).

Un sito che cresce e si aggiorna

"Professioni, occupazione, fabbisogni" si rinnova nei contenuti. La nuova versione del portale tematico dell'Isfol, progettato e realizzato dal gruppo "Professioni", è on line da pochi giorni.
Sono tante le novità messe a disposizione degli utenti, dai nuovi dati derivanti dalla seconda edizione dell'Indagine campionaria sulle professioni Isfol-Istat alle informazioni prodotte con la prima edizione dalla nuova indagine Isfol "Audit sui fabbisogni professionali". Senza dimenticare le previsioni di occupazione nel medio termine e quelle relative all'evoluzione degli scenari economici. Sulla home page, inoltre, grafici e tabelle di facile consultazione. Per navigare nel sito c'è ora la nuova versione della Classificazione delle professioni (Cp 2011).

UP, dati e metadati a portata di clic

C'è un servizio in più a disposizione degli utenti del sito "Professioni, occupazione, fabbisogni". Sulle pagine di ciascuna delle 800 Unità Professionali presenti su questo portale è infatti ora possibile scaricare i dati e i metadati derivanti dalla Seconda edizione dell'Indagine campionaria sulle professioni realizzata da Isfol e Istat.
Le informazioni, predisposte in formato CSV e JSON, sono a portata di mano di tutti coloro che intendono realizzare analisi ed elaborazioni statistiche e sono organizzate secondo i seguenti ambiti tematici: attitudini, competenze, compiti, condizioni di lavoro, conoscenze, attività di lavoro generalizzate, stili di lavoro e valori. La funzione è attivabile, sulle pagine di ogni UP, in un apposito box denominato Download dei dati.

Istruzione professionale, 21 figure referenziate alla Nup

Ventuno figure referenziate alla Nomenclatura delle unità professionali (Nup) messa a punto da Istat e Isfol. Si tratta dei profili contenuti nell'accordo siglato da Miur, Ministero del Lavoro, Regioni e Province autonome in merito agli atti necessari per il passaggio a nuovo ordinamento dei percorsi di istruzione e formazione professionale.
L'accordo, firmato lo scorso luglio e recepito da un decreto dell'11 novembre, è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale numero 296 dello scorso 21 dicembre. Le figure codificate con la Nup operano in vari settori produttivi, tra cui abbigliamento, calzature, edilizia, produzioni chimiche, lavorazioni artistiche, benessere, servizi di vendita e ristorazione.


ARCHIVIO

icona fabbisogni

In Italia il 33% delle imprese private, poco più di mezzo milione di realtà imprenditoriali, hanno dichiarato di avere un fabbisogno in azienda, relativamente alla forza lavoro occupata, da soddisfare nel breve termine, comunque nell'arco dei prossimi mesi. Gli imprenditori e i responsabili di aziende, insomma, ritengono necessario e utile un rafforzamento delle conoscenze e delle skills dei lavoratori presenti in azienda (in particolare per i dipendenti con contratto a tempo indeterminato, a termine, di apprendistato e lavoro stagionale) da concretizzare con attività di aggiornamento, di affiancamento o con la partecipazione a corsi di formazione. Per saperne di più…..
>>> SCARICA PDF<
<<

Per visualizzare i tag cloud è necessario abilitare javascript e installare il plugin flash.